Browsing Tag:

Riso

Senza categoria

Sformato di Riso con Carciofi, prosciutto e Provola

Il mio intento iniziale era quello di pubblicare una ricetta di Riso con carciofi e in principio è stato quello che ho fatto, solo che non sono riuscita a fotografare il piatto finito. Da quando è nato mio figlio mi è impossibile fare programmi e riuscire a portarli a termine, è lui che detta tempi e modi . 
Questo il motivo per cui il mio Riso ai Carciofi ha  magicamente preso le sembianze di uno sformato.
Il Riso è uno dei cibi che più di altri si presta ad essere riciclato, un risotto avanzato può facilmente trasformarsi in crocchette, suppli o come nel mio caso in sformato.

Sformato di Riso con Carciofi, prosciutto e Provola

Ingredienti:

300 g Riso avanzato ai carciofi o altro
2/3 fette di Prosciutto di Praga
80 g di provola dolce a dadini
1 Uovo
Burro q.b
Pangrattato
Parmigiano grattugiato

Mettete il riso in una ciotola, unite un uovo, il prosciutto fatto a pezzetti e i dadini di provola .
Mescolate bene tutti gli ingredienti aiutandovi con un cucchiaio.
Imburrate una teglia cospargetela di pangrattato, versate dentro il riso ,completate il tutto con una spolverata di parmigiano e dei fiocchi di burro. Cuocete in forno a 200° per 15/20 Minuti .

Pesce/ Primi/ Senza categoria

Risotto al Nero di Seppia

Un tempo le sacche d’inchiostro delle Seppie venivano utilizzate per scrivere ,il famoso inchiostro che si trovava nei Calamai dove si intingeva la Piuma.
 Immagino i pastrocchi che avrei combinato se fossi vissuta a quei tempi. 
Trovo decisamente più nelle mie corde usare il nero di seppia in cucina, per colorare la pasta fresca, preparare un bel piatto di spaghetti al nero o per un saporito risotto come quello che vi presento oggi.
 
 
 
Ingredienti per 4
 
25 0g di Riso per Risotti
500 g di Seppie
1 Sacca d’inchiostro di Seppia ( in alternativa trovate il nero di seppia gia pronto per essere utilizzato nelle pescherie più fornite)
1 Scalogno
1 spicchio d’Aglio
Pomodoro pelato q.b.
1/2 Bicchiere di Vino bianco
1 l di Brodo di pesce
Olio extra vergine d’Oliva
Pepe o Peperoncino
Prezzemolo
Sale
 
 
 
 
Pulite bene le seppie senza dimenticare di conservare la sacca d’inchiostro. Potete far fare questa operazione al pescivendolo se temete di non riuscire ( la sacca è molto delicata e si rompe facilmente ,va quindi maneggiata con cura).
In una casseruola tritate lo scalogno e fate soffriggere con un filo d’olio insieme allo spicchio d’aglio intero, unite le seppie tagliate a listarelle (io di solito uso i tentacoli) e fate saltare per un paio di minuti sfumate con il vino bianco,mettete da parte un pò di tentacoli per guarnire i piatti, unite il pomodoro pelato, il sacchetto d’inchiostro, salate pepate e lasciate cuocere a fuoco basso per 20 minuti circa.
 
 
 
Tostate il riso con l’olio, versate il brodo bollente e mescolate spesso, aggiungendo a metà cottura il sugo al nero di seppia. Togliete dal fuoco mantecate con un filo d’olio servite caldo completando ogni piatto con i tentacoli di seppia mssi da parte e una spolverata di prezzemolo tritato.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Primi/ Senza categoria

Risotto Con Liquirizia e Granella di Pistacchi

Da piccola non mi piaceva il sapore della Liquirizia, troppo forte per il mio palato.
 Ricordo quei pacchetti di caramelle di varie forme e gusti ,tra cui le girelle alla liquirizia ,che io puntualmente ignoravo . 
Per fortuna da adulti si cambia e ora la liquirizia mi piace in tutte le sue forme,  la uso anche in cucina, nei dolci e nei piatti salati.
In polvere in questo caso per fare una salsetta che è servita a dare carattere ad un semplice risotto al parmigiano.
 
 
 
Ricetta tratta da “Gli Speciali” La Cucina italiana “I Formaggi”
 
Ingredienti per 4
 
280 g Riso Carnaroli ( io Arborio)
120 g di Parmigiano grattugiato
40 g di Burro
Olio extra vergine d’oliva
1/2 Cipolla
1 l di Brodo Vegetale
 
Per la Salsa alla Liquirizia:
 
2 Cucchiaini di Liquirizia in polvere
1 Cucchiaino di maizena
100 g di acqua
 
Inoltre:
 
40 g granella di Pistacchi
 
 
 
 
In una casseruola stufate la cipolla con l’olio, unite il riso e tostatelo, quindi proseguite la cottura aggiungendo del brodo bollente.
Nel frattempo sciogliete la polvere di liquirizia nell’acqua , portate a bollore , aggiungete la maizena sciolta in poca acqua fredda per evitare la formazione di grumi, mescolate e spegnete il fuoco.
A cottura ultimata aggiustate ,mantecate il risotto con il burro e abbondante parmigiano, spolverizzate ogni piatto con la granella di pistacchi e la salsa di liquirizia che avete tenuto da parte.
Servite.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Senza categoria

Crocchette di Riso speziate

Dopo tanta attesa è arrivato il caldo, e con esso la voglia di stare fuori , all’aperto.
 A me l’estate  mette voglia di stare in compagnia, di trascorrere le serate con gli amici  a chiacchierare, sorseggiando un buon vino e stuzzicando l’appetito con piccoli bocconi ,come le crocchette di riso di cui vi parlo oggi.
Delle piccole pepite dorate con un cuore morbido, da accompagnare a una fresca salsa di pomodoro che sono sicura vi conquisteranno.
 
 
 
 
Ingredienti:
 
200g Riso Basmati Curtiriso
400g di Acqua
1/2 Scalogno tritato
Aglio
scorza di limone grattugiata
Zafferano
Paprika dolce
Peperoncino in polvere 
Chiodi di Garofano in Polvere
Prezzemolo
Sale
 
inoltre vi serviranno:
1 uovo
1 mozzarella tagliata a dadini
Panko (Pangrattato Giapponese) 
Olio di semi di arachide
 
Per la Salsa al Pomodoro
 
2 Pomodori Ramati
1/2 Cipolla di Tropea
Menta fresca
Sale e Pepe
 
 
 
In una pentola portate a ebollizione l’acqua profumata con tutta le spezie, la cipolla ,l’aglio, la scorza di limone e il sale, aggiungete il riso e cuocete fino a completo assorbimento dell’acqua e fate raffreddare.
Formate delle palline con il riso avendo cura di inserire all’interno di ognuna un dadino o due  di mozzarella, passatele nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato. Friggetele in olio profondo fino a che non saranno dorate. Scolatele su carta assorbente e servitele calde accompagnate alla salsa di pomodoro, preparata frullando la polpa di pomodoro con la cipolla, la menta, sale e pepe.
 
 
 
 
 
 
Con questa ricetta partecipo al  contest lanciato da La cucina Italiana
 
 
Senza categoria

Risotto al Parmigiano Reggiano su vellutata di Carote Viola

Dal Fruttivendolo la scorsa settimana ho visto e comprato le carote “colorate” Viola, Bianche e Gialle.

Credevo si trattasse di nuovi innesti ,invece scopro che si tratta di varietà antiche, e che le carote arancioni che noi consumiamo ogni giorno  sono in realtà geneticamente selezionate.
 Intorno al XIV secolo in Europa si importavano carote viola,bianche e gialle e si ha notizia anche di carote nere ,rosse e verdi. La specie Viola era coltivata già ai tempi dell’antica Persia.
Nel 1720 furono gli Olandesi che in onore della dinastia degli Orange ne cambiarono il colore in arancione attraverso una selezione naturale partendo da un seme di carota proveniente dall’Africa del nord.
In tempi recenti attraverso sistemi di incrocio tradizionale si è riusciti ad ottenere carote con le colorazioni che avevano in passato, e si è scoperto che le diverse colorazioni non sono fine a se stesse,ma portano con se benefici per la salute.
Le carote gialle sono ricche di Luteina una sostanza naturale nota per le sue proprietà antiossidanti e protettive per la vista, le arancioni ricche di Alpha e Beta carotene, le Carote bianche hanno  proprietà digestive e la carota viola proprietà antinfiammatorie.
Tanti i motivi quindi  per riportare le carote colorate sulle nostre tavole.

 

 Risotto al Parmigiano su vellutata di Carote Viola
 
Ingredienti per 2
 
160g Riso 
1l Brodo di Carne
1Scalogno
Burro q.b.
Olio Extra vergine d’Oliva
Sale e Pepe
Parmigiano Reggiano q.b.
Vino bianco facoltativo ( ne ho messo una spruzzata giusto per rendere un filino acido il risotto e contrastare la dolcezza delle carote )
 
Per la Vellutata:
 
2/3 Carote
1/2 Scalogno
Olio extra vergine d’Oliva
Brodo vegetale Q.b.
2/3 Cucchiai di latte
Sale e  Pepe
 
 
 
 
In una pentola soffriggete lo scalogno tritato finemente con una noce di burro e un filo d’olio. Aggiungete il riso e tostatelo sempre mescolando fino a quando non sarà trasparente, sfumate con il vino bianco, e quando quest’ultimo sarà evaporato aggiungete poco alla volta il brodo e continuate la cottura a fuoco basso fino a quando il riso sarà cotto
Nel frattempo preparate la vostra vellutata . Lavate e pelate le carote, tagliatele a tocchetti e mettetele in un pentolino con un filo d’olio mezzo scalogno tritato, fate insaporire per pochi minuti a fiamma medio bassa, aggiungete il brodo vegetale tanto quanto basta a coprire le carote e lasciate cuocere fino a quando le carote cominceranno a sfaldarsi, togliete dal fuoco aggiungete il latte e passate al minipimer fino ad ottenere la vostra vellutata.
A questo punto il nostro risotto sarà cotto, toglietelo dal fuoco e mantecate con burro e parmigiano mescolando bene.
Su un piatto da portata sistemate sul fondo la vellutata di carote , disponete sopra il risotto e servite subito.
 
 
Un piatto molto semplice , ma d’effetto la sua presentazione è molto elegante.
 

English Version

 Risotto with Parmesan and Cream of Purple Carrots

Ingredients :

Rice 160g
1l Meat Broth
1Shallot
Butter q.b.
Extra Virgin Olive Oil
Salt and Pepper
Parmigiano Reggiano q.b.
White Wine

For the Cream:

2/3 Carrots
1/2 Shallot
Olioextravergine Olive
Vegetable broth Q.b. 
2/3 tablespoons Milk
Salt and Pepper

 In a pot fry finely chopped shallots in a knob of butter and a little olive oil. Add the rice and toast, stirring constantly until it is transparent, pour in the white wine, and when it has evaporated, add the broth a little at a time and continue cooking over low heat until the rice is cooked
In the meantime prepare your velvety. Wash and peel the carrots and cut them into chunks and place in a saucepan with a little olive oil means do chopped shallots cook for a few minutes on medium-low heat, add the vegetable stock as well as sufficient to cover the carrots and cook until carrots begin to fall apart, remove from heat, add the milk and go to your blender until smooth.
At this point, our rice is cooked, remove from heat and stir in butter and Parmesan cheese and mix well.
On a plate placed on the bottom of the velluttata carrots, arrange over the rice and serve immediately.

CONSIGLIA Torta di mais