Browsing Tag:

Primi

Antipasti/ Primi/ Senza categoria/ Verdure

Noodles di verdure con mousse di ricotta alla Senape

È arrivato il momento di farvi conoscere la seconda ricetta che ho preparato per il contest MAILLELOVERS indetto da Maille in collaborazione con IFood.
Nella prima ricetta ho abbinato il Tonno alla Senape Maille al Pepe Verde.
Per la mia seconda proposta ho scelto di utilizzare la Senape Maille all’Antica   che con i suoi grani croccanti rende speciale la mia mousse di ricotta che ho abbinato a  dei noodles di verdure.

Un piatto leggero ma saporito al tempo stesso.

Noodles di verdure 

È un piatto che si prepara velocemente, le verdure vanno appena sbollentate

 e anche per la mousse bastano un paio di fruste e il gioco e fatto.

Può essere servito in mini porzioni come antipasto o come ho fatto io come un vero e proprio primo.

Noodles di verdure

Print Recipe
Noodles di verdure con mousse di ricotta alla Senape
Spaghetti di verdure con mousse di ricotta alla senape
Tempo di preparazione 10 minuti
Porzioni
4 persone
Ingredienti
Per la Mousse
Tempo di preparazione 10 minuti
Porzioni
4 persone
Ingredienti
Per la Mousse
Istruzioni
  1. Lavate le verdure e riducetele a strisce sottili come fossero spaghetti, aiutandovi con un coltello o meglio ancora con uno spiralizzatore se lo avete.
  2. Sbollentate i vostri noodles di verdure per un minuto appena. Devono restare croccanti. Scolateli bene, trasferiteli in una ciotola e salateli. In un padellino fate soffriggere uno spicchio d'aglio e le foglie di basilico. Mettete le foglie di basilico da parte, eliminate l'aglio e con l'olio aromatizzato condite i noodles.
  3. Montate la panna a neve con una planetaria o simili. Setacciate la ricotta e con l'aiuto di uno spatola incorporatela alla panna montata. Unite un cucchiaio o due di senape e un pizzico di sale. Amalgamate bene il tutto.
  4. Sistemate i noodles di verdure sul fondo di ogni piatto, aggiungete una quenelle di mousse di ricotta alla senape e completate con le foglie di basilico croccanti.
 

Noodles di verdure

 Spero questo piatto vi piaccia tanto quanto è piaciuto a me 😉

Noodles di verdure 

 

 

Cucina Siciliana/ Cucina Vegetariana/ Ricette Siciliane/ Senza categoria

Couscous con Cavolo Viola

Il Couscous è un piatto che preparo spesso, eppure mi sono resa conto che sul blog ho postato una sola ricetta, questa risalente addirittura al lontano 2013.

Sarà che essendo un piatto a me molto familiare, non penso mai di fotografarlo e di scrivere un post per il blog.

Quest’anno conto di rimediare.

Couscous con Cavolo Viola

A cominciare dalla ricetta di oggi, Couscous con cavolo viola.

La Ricetta che ho usato per prepararlo è quella di casa mia,tradizionale Siciliana, ho solo sostituito il Cavolo bianco  ( broccolo in sicilia) con quello viola, che quest’inverno trovo spesso dal fruttivendolo e che ho scoperto essere dolcissimo.

Per non parlare del suo fantastico colore poi.

Il cavolo viola è bellissimo da crudo con le sue sfumature rosa acceso che diventano viola intenso una volto cotto.

Questo tipo particolare di cavolfiore nasce in sicilia, è infatti  conosciuto come “ Violetto di Sicilia” ricco di Vitamina A, vitamina C,Selenio e di Antociani responsabili della loro colorazione.

Rispetto agli anni passati quando questo cavolfiore era considerato un prodotto di nicchia ,ora lo si trova nei banchi ortofrutticoli con maggiore facilità, quindi se vi capita di trovarlo compratelo senza indugi e provate la mia ricetta 🙂

Couscous con Cavolo Viola

Print Recipe
Couscous con Cavolo Viola
Couscous con cavolo viola
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
4 persone
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
4 persone
Istruzioni
  1. Lavate il Cavolo, dividetelo in cimette e lessatelo in acqua salata.
  2. Versate la Semola in un recipiente, conditela con un filo d'olio, un pizzico di sale e la cannella, mescolate bene il tutto e lasciatela insaporire. In un pentolino mettete a bollire dell'acqua. Versate l'acqua bollente sulla semola, senza esagerare con la quantità, coprite con un coperchio e aspettate cinque minuti. Trascorsi i cinque minuti togliete il coperchio alla semola e sgranatela con una forchetta, i chicchi devono risultare gonfi e separati tra loro. Mettete da parte.
  3. In una padella Fate appassire la cipolla tritata in un paio di cucchiai di olio, aggiungete le cimette di cavolo e fatelo saltare per un paio di minuti. Aggiustate di sale se necessario.
  4. Versate la semola su un piatto da portata, cospargete con la polvere di pistacchio. Aggiungete le cimette di cavolo ripassate in padella e servite.

 

Couscous con Cavolo Viola

Cucina Regionale/ Pesce/ Primi/ Ricette Siciliane/ Senza categoria

Gnocculi Trapanesi con sugo ai Gamberetti, Pomodorini Pachino e Pistacchi

Oggi è il #WorldPastaday , in tutto il mondo si celebra quello che è l’alimento simbolo  della cucina mediterranea.

A casa non siamo dei grandi mangiatori di pasta, io in particolar modo ne mangio pochissima, ma quando mi viene voglia, mi piace dedicare a questo piatto particolari attenzioni.gnocculi-gamberetti-e-pistacchio-021

Per celebrare la giornata di oggi ho scelto una ricetta con profumi e colori della mia terra.

Gli Gnocculi Trapanesi, conditi con un sughetto di gamberi, pomodori Pachino e Pistacchi.

gnocculi

Non avevo solo voglia di pasta oggi, ma anche un pò nostalgia di casa, e quando succede accorcio “le distanze” portando in tavola dei piatti che mi fanno sentire i sapori e gli odori della mia infanzia.

Così dopo aver trovato gli Gnocculi e la polvere di pistacchio nella mia dispensa ( le scorte di ingredienti siculi non mancano mai) sono corsa al mercato dove ho preso i pomodori pachino e i gamberetti rosa ed ecco tutti gli ingredienti necessari per la preparazione del mio piatto.

scrucchiata-e-gnocculi-gamberetti-e-pistacchio-020La ricetta è molto semplice e abbastanza veloce se non si considera la fase di sgusciamento dei gamberi, ma se avete qualcuno che vi aiuta ci vuole davvero poco 😉

Essenziale è la freschezza e la qualità degli ingredienti che utilizzate, i gamberetti in particolar modo mi raccomando che siano  freschi, altrimenti meglio ometterli.

 

Print Recipe
Gnocculi Trapanesi con sugo ai Gamberetti, Pomodorini Pachino e Pistacchi
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 10/15 minuti
Porzioni
4 persone
Ingredienti
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 10/15 minuti
Porzioni
4 persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. Pulite e sgusciate i gamberetti. Mettette la pentola per gli Gnocculi sul fuoco. In un padellino saltate i gamberi per un paio di minuti con un filo d'olio, sfumate con il vino bianco salate e pepate. In un altra padella fate imbiondire uno spicchio d'aglio con un filo d'olio. Aggiungete i pomodorini tagliati a metà e fateli cuocere a fiamma viva per pochi minuti. Mi piace che restino belli sodi. Buttate gli gnocculi in pentola che a questo punto starà bollendo. Unite i gamberetti ai pomodorini, aggiungete un mestolo di acqua di cottura della pasta, spolverate con la polvere di pistacchio e amalgamate il tutto. Assaggiate e se necessario aggiustate di sale. Scolate gli gnocculi conditeli con il sughetto preparato, impiattate e completate con altra polvere di pistacchi e prezzemolo tritato. Ora mangiate!!!
 

Primi/ Senza categoria

Maltagliati Fave e Pancetta

 
Nonostante tutto pare sia primavera, e se il  tempo ballerino ancora non ci permette di godere delle belle giornate, almeno in cucina la bella stagione è iniziata, questo mese sulle nostre Tavole arrivano le Nespole, le Ciliegie, i Piselli le Patate novelle e le Fave che oggi sono le protagoniste della nostra ricetta.
A casa amiamo mangiarle soprattutto crude, accompagnate a del buon Pane casereccio,Olio extra vergine d’oliva e dell’ottimo Pecorino.
Oggi vi propongo un primo piatto con le fave più tenere, private della buccia esterna e appena saltate in padella.
 
 
 
Maltagliati Fave e Pancetta
 
 
 
Ingredienti:
 
Per i Maltagliati: 
100 g di Farina a persona
Acqua q.b. ( poco più della metà del peso della farina)
Un cucchiaio d’olio
 
Per il Condimento 
 
Fave fresche 400g
100 g di pancetta o Guanciale
1/2 Cipolla
Sale
Pepe

 
Se avete tempo preparate in casa i maltagliati. Su una spianatoia disponete la farina e fate la classica fontana versate parte  dell’acqua e il cucchiaio d’olio e cominciate a formare l’impasto aggiungendo man mano l’acqua rimanente fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico coprite con un panno e lasciate riposare 30 minuti.

 

 

 

Trascorso il tempo del riposo con il mattarello stendete la pasta in una sfoglia di 3/4 mm e con l’aiuto di una rotella tagliate la pasta formando i vostri maltagliati.

 
Mettete sul fuoco la pentola per la pasta.
Prendete una padella fate soffriggere la cipolla tritata con 2 cucchiai d’olio unite la pancetta tagliata a cubetti e fate rosolare un paio di minuti.
Aggiungete le fave sbucciate salate se necessario, un filo d’acqua e cuocete ancora un altro paio di minuti ( se le fave sono tenere basta veramente pochissimo)
A questo punto l’acqua della pasta avrà preso il bollore, buttate i maltagliati che si cuoceranno in un baleno, scolateli passateli in padella con il sughetto di fave e pancetta mescolate bene. Aggiungete una spolverata di pepe e servite.

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Primi/ Senza categoria

Risotto Con Liquirizia e Granella di Pistacchi

Da piccola non mi piaceva il sapore della Liquirizia, troppo forte per il mio palato.
 Ricordo quei pacchetti di caramelle di varie forme e gusti ,tra cui le girelle alla liquirizia ,che io puntualmente ignoravo . 
Per fortuna da adulti si cambia e ora la liquirizia mi piace in tutte le sue forme,  la uso anche in cucina, nei dolci e nei piatti salati.
In polvere in questo caso per fare una salsetta che è servita a dare carattere ad un semplice risotto al parmigiano.
 
 
 
Ricetta tratta da “Gli Speciali” La Cucina italiana “I Formaggi”
 
Ingredienti per 4
 
280 g Riso Carnaroli ( io Arborio)
120 g di Parmigiano grattugiato
40 g di Burro
Olio extra vergine d’oliva
1/2 Cipolla
1 l di Brodo Vegetale
 
Per la Salsa alla Liquirizia:
 
2 Cucchiaini di Liquirizia in polvere
1 Cucchiaino di maizena
100 g di acqua
 
Inoltre:
 
40 g granella di Pistacchi
 
 
 
 
In una casseruola stufate la cipolla con l’olio, unite il riso e tostatelo, quindi proseguite la cottura aggiungendo del brodo bollente.
Nel frattempo sciogliete la polvere di liquirizia nell’acqua , portate a bollore , aggiungete la maizena sciolta in poca acqua fredda per evitare la formazione di grumi, mescolate e spegnete il fuoco.
A cottura ultimata aggiustate ,mantecate il risotto con il burro e abbondante parmigiano, spolverizzate ogni piatto con la granella di pistacchi e la salsa di liquirizia che avete tenuto da parte.
Servite.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONSIGLIA Torta di mais