Browsing Tag:

Piatti Freddi

Antipasti/ Cucina Abruzzese/ Cucina Regionale/ Pesce

Alici Sperone

Questo mese per Taste Abruzzo ho preparato una ricetta di mare.

La scelta è caduta sulle “Alici Sperone” un antipasto della tradizione marinara Abruzzese, un piatto semplice ma gustossisimo.

Alici Sperone

Questo bellissimo viaggio nelle tradizioni abruzzesi mi ha fatto rendere conto di quanto in comune abbiano le cucine tradizionali di Abruzzo e Sicilia.

Le Alici Sperone abruzzesi sono del tutto simili  alle “Sarde Allinguate” Siciliane per esempio. 

Alici Sperone (2)

Tanti altri esempi potrei farne, ma li serbo per le ricette future adesso vi lascio qui la ricetta e vi rimando su Taste Abruzzo

per leggere l’articolo e fare un giro sul sito. Questo mese vi aspettano tante ricette interessanti.

Alici Sperone
Autore: 
Recipe type: Antipasto
Cuisine: Regionale
 
Alici pastellate e fritte, poi marinate in aceto e completate con trito di Aglio e prezzemolo
Ingredienti
  • 500 g di Alici
  • ⅔ Uova
  • 1 cucchiaio di Farina per uovo o poco più
  • Prezzemolo
  • 1 spicchio d’Aglio rosso di Sulmona
  • ½ bicchiere d’aceto di vino bianco
  • Olio extra vergine d’oliva
  • Sale
Istruzioni
  1. Lavate le Alici, togliete la testa e la lisca facendo attenzione a non separare i due filetti.
  2. Tamponate i filetti ottenuti con carta assorbente per togliere bene l’acqua.
  3. In una scodella preparate la pastella con le uova, la farina e un pizzico di sale.
  4. La pastella deve apparire leggera e vellutata.
  5. Scaldate l’olio in una padella, immergete le alici nella pastella ad una ad una e friggetele per pochi minuti ( giusto il tempo di assumere un bel colore dorato).
  6. Dopo aver sgocciolato bene l’unto in eccesso, disponete le alici dorate e fritte in un piatto da portata.
  7. Completate con una spolverata di prezzemolo e aglio tritati e una spruzzata d’aceto.
  8. Lasciate riposare in frigo per mezza giornata prima di servire.

GiovannaA Alici Sperone (3) 

 

Senza categoria

Cuscus con Gamberi e Zucchine

Il famoso connubio tra Gamberi e Zucchine in versione Maghrebina ovvero uniti alla semola per un Cuscus di primavera.
 
 
 
Ingredienti per 4
 
250g di Semola per Cuscus
500g Mazzancolle
2 Zucchine 
1/2 Scalogno
Prezzemolo
Harissa 
1 Spicchio d’Aglio
Olio extra vergine d’oliva
1/2 Bicchiere di vino bianco
Sale 
Pepe
 
 
 
 
 
In un pentolino mettete a scaldare dell’acqua 1/2 l circa. 
nel frattempo in una ciotola condite la semola con 2 cucchiai d’olio, del prezzemolo tritato, lo scalogno tritato  e un pizzico di harissa salate e lasciate insaporire.
Appena l’acqua bolle versatela con un mestolo sulla semola ( solo quella che serve ,dovete semplicemente bagnarla la semola non annegarla) mescolate velocemente il cuscus e coprite con un coperchio ( il calore gonfierà e renderà morbido il cuscus )
 
 
 
Tagliate le zucchine a bastoncini e  fatele saltare in padella con uno spicchio d’aglio e un filo d’olio, pulite le mazzancolle , privatele della testa e sgusciatele (meno qualcuna che vi servirà per decorazione) 
saltatele in padella per pochi minuti con olio e sfumate con vino bianco, salate e pepate.
Togliete il coperchio dal cuscus sgranate la semola con una forchetta aggiungete le zucchine e le mazzancolle , completate con del prezzemolo tritato fresco lasciate insaporire per una decina di minuti e servite. Questo piatto è ottimo da gustare freddo.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Senza categoria

Tonno di Coniglio

 

Il tonno di coniglio è una ricetta classica della cucina Piemontese, come tutti i piatti della tradizione italiana anche questo nasce da un curioso aneddoto. La leggenda racconta che la ricetta del coniglio di tonno sia frutto di un “Inganno” dei frati di un convento di Avigliana ( nel Torinese), i frati nel periodo di Quaresima per aggirare il digiuno pare che fossero soliti conservare sott’olio le carni dei conigli e anche delle galline per poterli ribattezzare con il nome di “Tonni” e quindi poterli mangiare senza commettere peccato.

 

La preparazione del Tonno di Coniglio e lunga, richiede due tre giorni ,ma non complessa.
 Le carni vanno prima bollite,  poi spolpate dalle ossa e messe in barattolo a macerare insieme agli aromi.
Il risultato finale vi garantisco vi ripagherà dell’attesa.

Ingredienti per 2 barattoli medi:

1/2 Coniglio tagliato a pezzi
1 Carota
1 Pezzo di Sedano
1Cipolla
1Porro
Olio extra Vergine D’Oliva
Salvia
Dragoncello
Maggiorana
Timo ( io no )
Alloro
1spicchio d’Aglio
2chiodi di Garofano
Pepe nero i grani
Sale

 

 
Portate a ebollizione una pentola di acqua a cui avete aggiunto la cipolla, la carota, il sedano,il porro, sale e pepe, i due chiodi di garofano e l’alloro. lasciate sobbollire per 10 minuti e a questo punto, aggiungete il coniglio a pezzi che avete sciacquato per bene sotto l’acqua corrente. Fate bollire per un oretta o comunque fino a quando la carne non risulta del tutto tenera . Spegnete e lasciate raffreddare il coniglio nel suo brodo.
Una volta freddo spolpare la carne dale ossa e sistemarla in un barattolo ( perfettamente pulito), condendo man mano con maggiorana, dragoncello, foglie di salvia, aglio tagliato a fettine sottili e pepe in grani, aggiustate di sale se volete e ricoprite tutto con dell’olio chiudete bene i vasetti e trasferite in frigo.

Se volete consumare Subito il vostro tonno di coniglio trasferitelo  in frigo e lasciatelo macerare due giorni prima di consumarlo ( il barattolo aperto manterrà inalterato il suo sapore per una decina di giorni )
Altrimenti chiudete ermeticamente i vasetti e sterilizzateli mettendoli in una pentola coprendoli completamente con dell’acqua fredda e portandoli a bollore per 40/60 minuti, lasciate raffreddare nell’acqua prima di conservarli in dispensa per 5/6 mesi.

English Version

 Ingredients 2 cans mean:

1/2 Rabbit cut into pieces
1 Carrot
1 piece of celery
1Onion
1Leek 
Extra Virgin Olive Oil
Sage
Tarragon
Marjoram
Thyme (I do not)
Laurel
1clove Garlic
2Cloves
Black pepper grains
Salt

Boil a pot of water to which you add the onion, carrot, celery, leek, salt and pepper, two cloves and bay leaf. simmer for 10 minutes and at this point, add the rabbit pieces you have to rinse well under running water. Simmer for an hour or so or until the meat is not entirely tender. Turn off and let cool rabbit in its broth.

Once cold strip the flesh off the bones and flesh dale put it in a jar (perfectly clean), condendo as with marjoram, tarragon, sage leaves, thinly sliced ​​garlic and peppercorns, salt if you want and cover with all of ‘oil well close the jars and transferred in the refrigerator.

 

Senza categoria

Burratine ripiene Homemade

Il numero di luglio di La Cucina italiana è stato fonte di molta ispirazione nella mia cucina, dopo la ricetta del filetto di maiale  alle pesche di cui vi ho parlato qui ,oggi è la volta della Burratine, fatte in casa badate bene eppure ripiene, mi sono divertita un mondo a giocare con la pasta della mozzarella filante per dargli la forma che volevo, è stato magico, mi sono sentita come una bambina alle prese con un gioco nuovo!
Cercherò di spiegarvi il procedimento passo passo nel modo più chiaro possibile ma vi assicuro che ci vuole più tempo a dirsi che a farsi provare per credere.

Ingredienti per 2

2 Mozzarelle ( le vostre preferite)
2 Pomodori
100g di Prosciutto di Praga
100g di Ricotta
Olio Extra vergine d’oliva
Sale
Pepe
Erba Cipollina
Basilico fresco

 

  Preparate prima di tutto il ripieno, setacciate la ricotta in una ciotola aggiungete il prosciutto tagliato in maniera grossolana e passate il tutto al minipimer mescolate bene la crema ottenuta e tenete da parte.
Lavate i pomodori, tagliateli a cubetti ,conditeli con un filo d’olio, sale e pepe.
Mettete dell’acqua in un pentolino sul fuoco e portate a bollore.  Tagliate una mozzarella a metà come fosse un panino, mettetela in una ciotola con i bordi alti e versatevi sopra dell’acua bollente (mi raccomando fate attenzione a non ustionarvi) dopo una decina di secondi cominciate a lavorare la mozzarella schiacciando questa contro i bordi della ciotola con un cucchiaio di legno. A questo punto munitevi di guanti prendete la mozzarella tra le mani e appiattitela ,fate lo stesso con l’altra metà ,immergete nuovamente le mozzarelle lavorate in acqua calda e unitele a formare un unico disco quanto più regolare.
Lo stesso procedimento fa fatto per ogni mozzarella che vorrete trasformare in burrattina.
Mettete al centro del disco un cucchiaio della crema al prosciutto che avete preparato, richiudete il disco di mozzarella formando un fagottino e legatelo con uno stelo di erba cipollina che avete ammorbidito tuffandolo per pochi attimi nell’acqua bollente.
Servite le burratine cosi preparate sul letto di pomodoro completate con un filo d’olio una spruzzata di pepe e del basilico fresco.

Note:

 Sulla rivista le burratine avevano un ripieno di tonno e melanzane una versione più ricca che proverò presto. Questa preparazione si presta a un infinita varietà di ripieni e accostamenti  per esempio un ripieno di crema  ricotta e menta su un letto di peperoni grigliati oppure un ripieno di semplice tonno al naturale da acompagnare a delle cipolle caramellate e a voi cosa vi suggerisce la fantasia?  😉

Ps: Da oggi trovate le ricette di Briciole e Fantasia anche in lingua inglese.

English version:

 Burrata Homemade
 
Ingredients :2 Mozzarella (your favorite)
2 Tomatoes
100g Prague ham
100g Ricotta
Extra virgin olive oil
Salt
Pepper
Chive 

Fresh basil
 
 
Prepare the filling first, sift the ricotta in a bowl, add the ham cut in a rough and pass everything to the blender mix well the cream and set aside. 
Wash tomatoes, cut into cubes, toss with a little olive oil, salt and pepper. 
Put water in a saucepan on the stove and bring to a boil. Cut the mozzarella in half like a sandwich, put it in a bowl with high sides and pour boiling dell’acua (Do be careful not to burn) after about ten seconds to start working the mozzarella pressing against the edges of this bowl with a wooden spoon. Then equip yourself with gloves, take the cheese and flatten between your hands, do the same with the other half, dip the mozzarella worked again in hot water and add them to form a single disc as smooth. 
The same procedure is done for every cheese you want to turn into burrattina. 
Put a spoon in the center of the disk of the cream that you have prepared ham, mozzarella close the disc to form a bundle and tie with a chive stem tuffandolo you have softened in boiling water for a few moments.
Serve the burratine so prepared on the bed of tomato finished with a drizzle of olive oil a dash of pepper and fresh basil.
 
Senza categoria

Insalata d’Anguria

Nella mia cucina si continuano a tenere i fornelli spenti ,  i piatti veloci e freddi la fanno da padrone e le insalate si sprecano, come quella di cui parlo oggi che ho trovato sul sito di “Cucina Moderna” una fresca e golosa insalata d’anguria!

Ingredienti:
Anguria (calcolate una fetta a commensale)
1 Cipolla di Tropea
1 Lime o in mancanza 1 limone
250g di Feta ( io ho usato una Scamorza  passita abruzzese )
100g di Olive nere (Io ho usato olive greche)
Menta fresca
Olio extra vergine d’oliva
Pepe

 

Pulite l’anguria dalla buccia e dai semi e tagliatela a pezzi, tagliate la scamorza a dadini e la cipolla ad anelli, riunite tutti gli ingredienti in una ciotola, completate con le olive la menta spezzettata, pepate condite con un filo d’olio ,mescolate con cura e tenete in frigo fino al momento di servire.

Buon fine settimana…io corro al mare 😉

 

CONSIGLIA Torta di mais