Browsing Tag:

Pasqua

Dolci/ Festività/ Lievitati/ Pasqua/ Ricette dal Mondo/ Senza categoria

Hot Cross Buns

Hot Cross Buns 

Sono dei panini dolci, profumati alle spezie e uvetta, che in Gran Bretagna si preparano nel periodo Pasquale.

Hot Cross Buns

 

Sull’origine di questi dolcetti circolano tante storie e leggende.

La leggenda più antica dice che gli Hot Cross Buns siano legati a Ostre una divinità Sassone (da cui deriva il nome easter/pasqua che si festeggia alla fine dell’inverno.

Sempre secondo questa leggenda la croce sui panini simboleggerebbe i quarti di luna.

Hot Cross Buns

la versione religiosa invece vuole la croce come simbolo della Crocifissione, motivo per cui gli Hot Cross Buns 

si preparano per il venerdì Santo.

Si dice anche che gli Hot Cross buns preparati in questo giorno e appesi in cucina si mantengano senza ammuffire per un anno intero, protegendo inoltre dal fuoco.

 

Hot Cross Buns

Ma la storia che mi ha di più incuriosito è questa:

Nell’ottocento una donna preparò nel giorno del venerdì Santo gli Hot Cross Buns per il figlio marinaio di ritorno proprio quel giorno.

Il Marinaio purtroppo non fece ritorno ma la madre corservo il dolcetto per tutto l’anno successivo sperando in un suo improvviso ritorno. e continuò a prepararne uno nuovo ogni anno.

Alla morte della donna il suo cottage era pieno di Hot Cross Buns.

Il Cottage venne poi acquistato è divento un pub ormai storico i The window’s son dove il rituale di appendere al soffitto ogni anno un Hot Cross Buns si ripete ancora oggi.

Hot Cross Buns

Print Recipe
Hot Cross Buns
Piccoli panini con uvetta e spezie della tradizione britannica, si preparano per il venerdì Santo e simboleggiano la Crocifissione
Porzioni
Ingredienti
Per Lucidare
Porzioni
Ingredienti
Per Lucidare
Istruzioni
  1. In una ciotola sciogliete il lievito nel latte insieme a due cucchiai di zucchero. mescolate e lasciate riposare per 5 minuti.
  2. Trascorsi i 5 minuti aggiungete la farina setacciata, le spezie,lo zucchero, l'uvetta, i canditi, il burro e l'uovo. Mescolate bene tutto. Otterrete un impasto appiccicoso.
  3. Trasferite l'impasto su di un piano infarinato e lavoratelo fino a renderlo liscio ed elastico.
  4. Mettete ora l'impasto in una ciotola unta d'olio. Copritelo con un cannovacio pulito e lasciatelo lievitare fino al raddoppio del volume.
  5. Dividete l'impasto in 12 parti e formate 12 palline. Disponete le palline formate su una teglia rettangolare ricoperta da carta forno. Copriteli con un panno pulito e lasciateli lievitare per 30 minuti circa.
  6. Mescolate l'acqua con la farina extra, con l'aiuto di una sac a poche o altro formate delle croci con l'impasto di acqua e farina sui panini.
  7. Cuocete in forno caldo a 200° circa per 30/35 minuti.
  8. Ammolate il foglio di gelatina in un po' d'acqua. Mettere lo zucchero e l'acqua rimasti in un pentolino a fuoco basso e fate cuocere, mescolando, fino a quando lo zucchero si sarà sciolto. unite la gelatina ammollata e mescolate bene.
  9. Spennellate lo smalto ottenuto sui panini appena sfornati
Recipe Notes

La ricetta di questi Hot Cross Buns è di Donna Hay

Hot Cross Buns

Dolci/ Festività/ Fluffosa/ Pasqua

Fluffosa di Pasqua

Oggi è un giorno speciale,oggi IFood compie un anno.

Sono salita su questo treno in corsa solo di recente è sopra  vi ho trovato tante belle persone unite da un amore viscerale per il cibo  ma soprattutto da un sentimento di sincera amicizia e reciproco sostegno.

Nonostante il breve periodo mi sento parte integrante di questa calorosa  “famiglia” e oggi ho voglia di festeggiare con voi questo strepitoso primo compleanno, indovinate un pò con cosa? 🙂

Fluffosa di Pasqua 010

Una Fluffosa era inevitabile e visto che Domenica è Pasqua ho deciso di vestirla a festa, nocciole nell’impasto, una golosa crema al burro e tanti confetti colorati.

Così agghindata farà un figurone anche sulle tavole di Domenica insieme a Uova e Colombe.

Fluffosa di Pasqua 012

Buon Compleanno IFood!!!

 

Fluffosa di Pasqua 019-2 

Venite a festeggiare con noi, vi aspetto.

 Buona Pasqua Fluffosa a tutti 😉 

 

 Fluffosa di Pasqua 015

 

 

 

Fluffosa di Pasqua
Autore: 
Recipe type: Dessert
Cuisine: American
 
Chiffon Cake alle Nocciole decorata con crema al burro al cioccolato e Confetti colorati
Ingredienti
  • Per la Chiffon Cake
  • 300 g di Zucchero
  • 185 g di Farina 00
  • 100 g di Farina di Nocciole
  • 7 uova Bio
  • 160 ml di Acqua
  • 120 g di Olio di semi
  • 1 Bustina di Lievito
  • 1 Bustina di Cremor tartaro
  • 1 Bacca di Vaniglia
  • Per Decorare:
  • 250 g di Burro
  • 250 g di Zucchero a velo
  • 200 g di Cioccolata fondente
  • Confetti Colorati
Istruzioni
  1. In una ciotola capiente setacciate le due farine, il lievito e lo zucchero.
  2. Separate i tuorli dagli albumi.
  3. Montate quest'ultimi a neve ben ferma con una bustina di cremor tartaro.
  4. Unite nella ciotola con le farine gli ingredienti restanti in questo preciso ordine e senza mescolare:l'olio, i tuorli, l'acqua e infine i semi della bacca di vaniglia.
  5. Ora con l'aiuta di una frusta amalgamate per bene tutti gli ingredienti, infine unite gli albumi montati aiutandovi con una spatola.
  6. Versate il composto nello stampo, mi raccomando senza ungerlo.
  7. Infornate a 170° per 55 minuti e poi a 175° per altri 10 minuti.
  8. Fate comunque la prova stecchino per assicurarvi che la chiffon cake sia ben cotta.
  9. Capovolgete lo stampo su un piatto da portata e lasciate che la fluffosa si stacchi da sola.
  10. Aiutatevi delicatamente con un coltello se ciò non dovesse accadere.
  11. Nel frattempo preparate la crema al burro: lavorate con le fruste il burro ammorbidito aggiungendo piano piano lo zucchero a velo.
  12. in un pentolino sciogliete il cioccolato a bagnomaria fatelo intiepidire e infine aggiungetelo alla crema al burro,lavorate ancora con le fruste fino a quando la crema avrà assunto un bel aspetto lucido e spumoso. Trasferite la crema in una sac à poche ( ho usato un beccuccio a stella medio) e fatela riposare 10 minuti in frigo.
  13. Decorate la Fluffosa formando tanti piccoli nidi con la crema al burro e riempite i nidi ottenuti con i confetti colorati.
  14. Conservate la Fluffosa in frigo, avendo cura di tirarla fuori 10 minuti prima di servire.

Senza categoria

Soffioni di Ricotta

Il Soffione di Ricotta o Fiadone dolce   che dir si voglia è un dolce tipico  della  Pasqua  abruzzese, che cambia nome e forma di città in città ma non sostanza,si tratta di un involucro di simil frolla con dentro un ripieno soffice di ricotta profumata al limone.
 
 
Ingredienti per l’involucro:
 
280g di Farina 00
4 cucchiai di zucchero
30g d’olio d’oliva ( io ho usato il mio aromatizzato all’arancia e vaniglia)
2 Uova
 
Per il ripieno:
 
500g di Ricotta 
100g di Zucchero
Scorza di Limone grattugiata
5Uova
Zucchero a velo per decorare

 

Preparate la simil frolla, lavorate a crema le uova con lo zucchero, aggiungete la farina setacciata , l’olio e lavorate il composto  fino ad ottenere un impasto compatto e sodo, formate una palla e mettete a riposare in frigo avvolto in una pellicola.
Preparate il ripieno, separate i tuorli dagli albumi ,montate quest’ultimi a neve ferma, lavorate a crema la ricotta con i tuorli lo zucchero e  la scorza di limone, unite infine gli albumi montati.
Stendete la pasta con l’aiuto di un mattarello o della macchina per la pasta in una sfoglia di circa 4 mm di spessore, ritagliate dei quadrati di circa 12cm di lato, e con questi riempite degli stampi da muffins, riempite con il composto di tuorli e ricotta ripiegate i bordi della pasta senza siggillare e mettete in forno caldo Statico a 180° per un ora circa, lasciate raffreddare in forno, toglieteli dagli stampi e cospargete di zucchero a velo solo al momento di servire.

 
Buona Pasqua 😉

 

 
 
Senza categoria

Cookies Pops per Pasqua

Un idea golosa per far felici i bambini , dei biscotti lecca lecca decorati a tema pasquale.

Domenica ho partecipato ad un corso di cake design, ero curiosa di conoscere più da vicino questo mondo, che se da un lato mi affascina dall’altro mi trova un po’ restia ,perché trovo questa tendenza  lontana anni luce da ciò che ha fatto grande nel mondo la pasticceria italiana, trovo queste creazioni dei veri capolavori, ma una torta io innanzi tutto la voglio mangiare…mi sono recata al corso con tante domande , ad accoglierci Federico Anzelotti Presidente del CONPAIT (Confederazione Nazionale Pasticceri Italiani) e Campione del mondo di pasticceria 2011.
Nel discorso introduttivo ha spiegato come i pasticceri italiani hanno sentito il bisogno di scendere in campo per dare una direzione e la giusta piega a questa tendenza che sembra abbia fatto diventare tutti dei pasticceri provetti ( come ho detto prima la torta va mangiata non solo ammirata ), dobbiamo invece prestare attenzione e tenere alto il baluardo della nostra tradizione, usare le giuste materie prime  senza strafare e senza dimenticare da dove veniamo ( la creazione deve essere tutta commestibile) è la nostra tradizione che dobbiamo portare avanti non quella degli altri ,soprattutto se quella degli altri e notevolmente inferiore alla nostra. 
Il corso aveva come tema la realizzazione di Cookies Pops a tema Pasquale e Federico Anzelotti ci ha dato parecchie idee ,rendendole reali sotto i nostri occhi ( Farfalle, Coniglietti, Pulcini ) mi ha fatto venire voglia di provare subito ,ma purtroppo mi mancano le materie prime (pasta di zucchero,utensili vari) mi sto attrezzando, ma nel frattempo non potevo mica aspettare, partendo dall’idea che mi ha dato lui ho proseguito facendo di testa mia…alla maniera italiana direi 😉

 
 

Partiamo dalla base vi do la ricetta di Federico Anzelotti

Ingredienti Frolla:

300g farina 00
100g tuorli
100g Burro
100g Zucchero a Velo

Note: Questa frolla non ha bisogno di riposo, può essere stesa subito.

In questo periodo sono in fissa con Michel Roux per i miei biscotti ho usato la ricetta della Pasta Sucrèe di cui Roux parla nel libro Frolla&Sfoglia, . 
Michel Roux dice che la pasta Sucrèè una volta cotta è meno fragile della frolla o della Sablèe (proprio quello che cercavo per i miei biscotti ).

Pasta Sucrèe :

250g Farina 00
100g Burro tagliato a dadini e ammorbidito
100g Zucchero a velo
2 uova 
Sale

Procedimento:

Su una spianatoia facciamo una fontana con la farina, mettiamo al  centro il burro, un pizzico di sale e lo zucchero a velo, cominciamo a mescolare con la punta delle dita, incorporiamo piano piano la farina, rifacciamo la fontana e aggiungiamo le uova, lavoriamo sempre con la punta delle dite fino a che l’impasto non comincia a stare insieme, a questo punto lavoriamo con tutte le mani fino a che non otteniamo una pasta liscia, formiamo una palla ,avvolgiamola nella pellicola e facciamola riposare in frigo per almeno un ora.

 

Stendiamo la nostra pasta con l’aiuto di un mattarello , ritagliamo i nostri biscotti con le formine che abbiamo a disposizione ( trucchetto usare la pellicola tra lo stampo e la pasta ,avremmo un taglio senza sbavature e soprattutto eviteremo che l’impasto si appiccichi alla formina) due per ogni figura. 
prendiamo per esempio una farfalla spennelliamola con un po’ d’acqua poggiamoci su uno stecco di legno ( quelli comuni da spiedini vanno benissimo) e attacchiamo l’altra farfalla sopra, procediamo allo stesso modo con gli altri biscotti, sistemiamoli su una teglia rivestita di carta forno e inforniamo per 15 minuti circa a 220° il tempo di cottura dipende dal forno vi consiglio di dare un occhiata ogni tanto.
una volta cotti lasciamo raffreddare su una gratella e cominciamo a pensare alla decorazione.

Se volete usare la pasta da zucchero questa la ricetta.

Pasta Zucchero Di Federico Anzelotti:

Zucchero a Velo
Amido di Mais
Glucosio liquido
Burro di cacao
Zucchero Fondente

Tutti gli ingredienti nella stessa quantità, in inverno aumentare lo zucchero a velo per dare più elasticità, in estate il burro di cacao che la rende più rigida.

La Ghiaccia serve a completare le  decorazioni:

100g Albume
200g Zucchero a velo
4/5 gocce di succo di limone

Io ho decorato i miei Cookies pops con il cioccolato al latte e bianco semplicemente sciolto a bagnomaria e decorato con granella  di zucchero e palline arcobaleno.

 

Ho prima ricoperto i biscotti con il cioccolato fuso, messo ad asciugare in frigo e poi con l’aiuto di un pennellino ho risteso il cioccolato fuso sulle parti che volevo venissero ricoperte con la granella e le palline che avevo versato su un piatto, ho poggiato i cookies pops per far aderire le palline e lasciato asciugare il tutto ( mi sono aiutata infilzando i cookies pops su una lastra di polistirolo in modo che non venissero a contatto con nessuna superficie. 

Senza categoria

Evviva la Pasqua

IL PULCINO COSMICO

L ‘anno scorso a Pasqua, in casa del professor Tibolla , all’uovo di cioccolata sapete cosa saltò
fuori? Sorpresa: un pulcino cosmico,simile in tutto ai pulcini terrestri, ma con un berretto da
capitano in testa e un’antenna della televisione sul berretto.
Il professore, la signora Luisa e i bambini fecero tutti insieme: “oh!” e dopo questo non
trovarono più parole.
Il pulcino si guardava intorno con aria malcontenta.
– Come siete indietro su questo pianeta,- osservò, -qui è appena Pasqua da noi, su Marte
Ottavo, è già mercoledì. – Di questo mese ? – domandò il professor Tibolla.- Ci mancherebbe !
Mercoledì del mese venturo. Ma con gli anni siamo avanti di venticinque. – Il pulcino cosmico
fece quattro passi in su e in giù per sgranchirsi le gambe, e borbottava: – Che seccatura ! Che
brutta seccatura.
– Cos’è che la preoccupa ? – domandò la signora Luisa.
– Avete rotto l’uovo volante e io non potrò tornare su Marte ottavo-
– Ma noi l’uovo l’abbiamo comprato in pasticceria.
– Voi non sapete niente. Quest’uovo, in realtà, è una nave spaziale, travestita da uovo di
Pasqua, e io sono il suo comandante, travestito da pulcino.
– E l’equipaggio ?
– Sono io anche l’equipaggio. Ma ora sarò degradato. Mi faranno per lo meno Colonnello.
– Bé, Colonnello è più che capitano.
– Da voi, perché avete i gradi alla rovescia. Da noi il grado più alto è Cittadino semplice. Ma
lasciamo perdere. La mia missione è fallita.
– Potremmo dirle che ci dispiace, ma non sappiamo di che missione si trattava.
– Ah, non lo so nemmeno io. Io dovevo soltanto aspettare in quella vetrina fin che il nostro
agente segreto si fosse fatto vivo.
– Interessante, – disse il professore, – avete anche degli agenti segreti sulla Terra. E se
andassimo a raccontarlo alla polizia?
– Ma sì, andate in giro a parlare di un pulcino cosmico, e vi farete ridere dietro.
– Giusto anche questo. Allora, giacché siamo tra noi, ci dica qualcosa di più su quegli agenti
segreti.
– Essi sono incaricati di individuare i terrestri che sbarcheranno su Marte Ottavo tra venticinque
anni.
– E’ piuttosto buffo. Noi, per adesso, non sappiamo nemmeno dove si trovi Marte Ottavo.
– Lei dimentica, caro professore, che laggiù siamo avanti col tempo di
venticinque anni . Per esempio sappiamo già che il capitano dell’astronave terrestre che
giungerà su Marte Ottavo si chiamerà Gino.
– Toh, – disse il figlio maggiore del professor Tibolla, – proprio come me.
– Pura coincidenza, – sentenziò il Cosmopulcino.
– Si chiamerà Gino e avrà trentatré anni. Dunque, in questo momento, sulla Terra, ha
Esattamente otto anni.
– Guarda, guarda, – disse Gino, – proprio la mia età.
– Non mi interrompere continuamente,- esclamò con severità
– Il comandante dell’uovo spaziale. – Come stavo spiegandovi, noi dobbiamo trovare questo Gino
e gli altri membri dell’equipaggio futuro, per sorvegliarli, senza che se ne accorgano, e per
educarli come si deve.
-Cosa, cosa ? – fece il professore: “Forse noi non li educhiamo bene i nostri bambini?”
– Mica tanto. Primo, non li abituate all’idea che dovranno viaggiare tra le stelle; secondo, non
insegnate loro che sono cittadini dell’universo; terzo, non insegnate loro che la parola nemico,
fuori dalla Terra, non esiste; quarto…..
– Scusi comandante, – lo interruppe la signora Luisa, – come si chiama di cognome quel vostro
Gino ?
– Prego, vostro, non nostro. Si chiama Tibolla. Gino Tibolla.
– Ma sono io ! – saltò su il figlio del professore. -Urrà!
– Urrà che cosa, – esclamò la signora Luisa. – Non crederai che tuo padre e io ti
permetteremo…..
Ma il pulcino cosmico era già volato in braccio a Gino.
– Urrà! Missione compiuta! Tra venticinque anni potrò tornare a casa anch’io.
– E l’uovo ? – domandò con un sospiro la sorellina di Gino.
– Ma lo mangiamo subito, naturalmente.
E così fu fatto.


Gianni Rodari
Dopo questo racconto non potevo non completare con una ricetta allegra e colorata dedicata ai più piccini.
 Anzi due ricette Buona Pasqua a tutti!!!

Muffins Pasquali

Ingredienti:

380g farina 00
190g Burro
200ml latte
200g zucchero
3 uova
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1 bustina di lievito per dolci
Vanillina
Un pizzico di sale
Gocce di cioccolato

Per la decorazione.
 Glassa fondente Decora vari colori

Montare il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, aggiungere ad uno ad uno le uova al composto di burro e zucchero sempre sbattendo,poi il latte continuare a sbattere fino ad ottenere un composto liscio e spumoso, a parte setacciare la farina,aggiungere il lievito il sale e la vanillina e a poco a poco unire al composto liquido. Aggiungere le goccie di cioccolato. mettere l’impasto a cucchiaiate nei pirottini di carta disposti dentro uno stampo da muffins ,porli in forno a 180° per 20 minuti circa. far raffreddare e decorare usando la fantasia con la glassa fondente Decora!!!

 Rotolo con crema al limone

Ingredienti:

Per la pasta biscuit:
3 uova
90g zucchero
1 bustina vanillina
35g fecola di patate
1/2 bustina di lievito per dolci

Per la farcitura:
Panna da montare
gelatina al limone

Per decorare:
Glassa fondente 
Cookie cutter set Di Pasqua Wilton

Procedimento

Sbattere le uova con 3 cucchiai di acqua fredda, lo zucchero e la vanillina fino a quando non saranno belle spumose. Aggiungere la farina e la fecola e infine il lievito sbattendo fino ad ottenere un composto omogeneo.
Versare il composto in una teglia rettangolare foderata di carta forno e livellarlo bene. Infornare a 180 °C per 20 minuti
Arrotolare la pasta biscuit ancora calda con l’aiuto di un cannovaccio, fare raffreddare, srotolare spalmare un velo di gelatina al limone e poi uno strato di panna montata, arrotolare con attenzione mettere in frigo per mezzora, poi decorare con la glassa fondente Decora e la vostra fantasia.

Per questa ricetta ho utilizzato Stampo Muffin Pavonidea

CONSIGLIA Torta di mais