Browsing Tag:

Collaborazioni

Senza categoria

Torta golosa Cioccolato Banana e Amaretti

Finalmente pare sia arrivato il freddo, stamattina appena sveglia guardando fuori  dalla finestra della mia cucina sorseggiando una  tazza di the bollente mi accorgo che improvvisamente le foglie degli alberi si stanno ingiallendo , nulla di strano è l’autunno, già, solo che oggi è il 4 dicembre e  le foglie dagli alberi sarebbero dovute cadere già da un po’…non oso pensare quando arriverà primavera di questo passo 😉
L’arrivo del freddo mi ha messo voglia di coccole ,che tradotte in cibo si sono trasformate in una goduriosa torta con cioccolato  banane e amaretti , se volete c’è ne anche per voi 😉

Ingredienti:

120g Farina 00
200g di Amaretti
70g di Zucchero semolato
80g Zucchero di Canna 
5 Uova
3 banane
180g di Burro
150g Cioccolato Fondente al 70 % di cacao
1bicchierino di Rum
1 Bustina di Lievito Vanigliato
1/2 Limone
un pizzico di Sale
Cioccolato Bianco

In una padella antiaderente sciogliete lo zucchero di canna con 2 cucchiai d’acqua, aggiungete qualche goccia di succo di limone e le banane tagliate a pezzetti, fatele saltare per un minuto scarso poi sfumate con metà del rum.
Riducete gli amaretti in polvere, sgusciate le uova separando i tuorli dagli albumi; sbattete i tuorli con lo zucchero semolato fino a diventare chiari e spumosi a questo punto unite il cioccolato che avrete fatto sciogliere a bagnomaria, il burro fuso intiepidito e gli amaretti pestati, il rum rimasto, la farina setacciata e il lievito, mescolate man mano che introducete gli ingredienti e alla fine unite le banane caramellate.
Montate a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale e unite al composto . Versate tutto in uno stampo per torte con un diametro di 28-30 cm foderato con carta forno bagnata e strizzata, e cuocete in forno caldo a 180° per 50 minuti circa. fate raffreddare completamente, decorate con della cioccolata bianca fusa fatta cadere sopra senza troppe attenzioni.

Per questa ricetta ho utilizzato:

Zucchero di canna  BrownSugar Malawi
Teglia quadrata Linea Informa Pavonidea

 

Senza categoria

L’insolito Gelato…

Poche settimane fa sono stata invitata a partecipare alla nuova iniziativa lanciata da Loison su Insolito Panettone …preparare in casa un gelato al panettone.
Sarà che la voglia di tornare a casa cosi come vi avevo detto nel post precedente è tanta ma gli ingredienti che mi sono venuti in mente pensando al gelato che volevo preparare sono tutti della mia Sicilia, al cuor non si comanda e nemmeno al palato a quanto pare, lontana da casa da ormai 4 anni eppure i sapori e gli odori della mia terra vengono sempre fuori prepotenti.

 

Gelato alla Ricotta e Panettone al Mandarino Tardivo di Ciaculli su Pan Biscuit alla Mandorla
 
 
 
 
Ingredienti:

500ml Latte
125g Zucchero
1 Baccello di vaniglia ( io ho usato della vaniglia bourbon in polvere la punta di un cucchiaino)
6 Tuorli
250g di Ricotta di Pecora
250g di panna fresca
Panettone al Mandarino tardivo di Ciaculli

Per il pan Biscuit:

125g di Albumi
180g di Zucchero
125gdi Burro
110g Farina
Filetti di mandorle
2 Gocce di Aroma Mandorla

Scorza d’arancia candita per decorare.

Cominciamo a preparare la base per il nostro gelato io ho scelto la ricetta della crema inglese di Michel Roux, mettete il latte in un pentolino con due terzi dello zucchero, la vaniglia bourbon e portate a ebollizione. nel frattempo, sbattete i tuorli con lo zucchero rimasto fino ad ottenere una consistenza  a nastro. Versate il latte bollente sui tuorli continuando a sbattere, versate il composto nuovamente nel pentolino e cuocete a fuoco basso sempre mescolando fino a quando la crema non avrà raggiunto la consistenza desiderata ( deve velare il cucchiaio). Versate la crema in una ciotola e lasciate raffreddare mescolando spesso per evitare la formazione della pellicina sulla superficie. Appena la crema raggiunge la temperatura ambiente trasferitela in frigo a raffreddare ulteriormente.
Setacciate la ricotta in una ciotola ( questo passaggio è fondamentale altrimenti la ricotta non si legherà con gli altri ingredienti) aggiungete la panna e montate con una frusta. Trasferite il composto in frigo.per un paio d’ore, a questo punto unite i due preparati ,la crema inglese e la crema di ricotta mescolate bene e rimette in frigo per  un altro paio d’ore.
Nel frattempo su una teglia ricoperta di carta forno sbriciolate una fetta di panettone al mandarino tardivo di ciaculli e mettete in forno a 180° per 10 minuti circa in modo da rendere croccanti le briciole.
 Azionate la vostra gelatiera attenendovi alle istruzioni del produttore versate la crema di ricotta a filo e lasciate la macchina in funzione fino a che il vostro gelato non è pronto deve essere sodo ma ancora cremoso. completate con le briciole di panettone mescolando bene.

Per la base su cui ho servito il gelato montate gli albumi a neve con lo zucchero incorporate il burro che avrete fatto ammorbidire le gocce di aroma mandorla e infine la farina setacciata. Stendete il composto  su una teglia ricoperta come sempre da carta forno con l’aiuto di una spatola cospargete con le mandorle a lamelle e cuocete in forno a 180 per 10/15 minuti. fate raffreddare e con l’aiuto di un coppa pasta tagliate dei dischetti.
A  questo punto non vi resta che assemblare il piatto ,mettete sul fondo un disco di pan biscuit ,ponete sopra due palline di gelato, una scorzetta di arancia candita e spolverizzate con altre briciole di panettone.

Ps:  Per un tocco strong potete
aggiungere  anche del Honey Comb sbriciolato ma di questo parleremo meglio in altro post.

 

Con questa ricetta partecipo al Contest L’insolito Gelato 

 

 
 E al MTC di luglio
 
 

Un fuori concorso credo visto che per la crema inglese non ho seguito la ricetta di Mapi  😉 vedremo!!!

 
 
 
Senza categoria

Panna Cotta After Eight

 

 

 
 

                  “Ed ecco verso noi venir per
nave                      

un vecchio, bianco per antico pelo,

gridando: «Guai a voi, anime
prave!


Non isperate mai veder lo
cielo:


i’ vegno per menarvi a l’altra riva

ne le tenebre etterne, in caldo
e ‘n gelo.




…. 

Caron dimonio, con occhi di
bragia
loro accennando, tutte le raccoglie;
batte col remo qualunque
s’adagia.


 


Come d’autunno si levan le
foglie
l’una appresso de l’altra, fin che ‘l ramo
vede a la terra tutte le
sue spoglie,


 

 

similemente il mal seme
d’Adamo
gittansi di quel lito ad una ad una,
per cenni come augel per suo
richiamo.

 


 

 

 


                        (Parte del Canto III L’Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri)



Ci tocca pure scomodare Dante, dopo il Generalissimo Scipione è la volta di Caronte si è presentato pari pari come lo aveva descritto il grande Vate con Occhi di Brace cosi infuocati che rischiamo veramente di scioglierci al suo cospetto.
 Un Estate rovente che sembra non voglia darci tregua che ci lascia boccheccianti e senza forze.
Parola d’ordine combattere questo insopportabile caldo umido con tutti i mezzi a disposizione in cucina  con piatti freddi e leggeri e per chi non vuole rinunciare al dolce oggi vi propongo una panna cotta alla menta per provare un brivido ad ogni morso e rinfrancarsi un pochetto.

 Ingredienti per la Panna Cotta :

400g Panna Fresca
75g Latte Intero
75 Zucchero
1 Stecca di Vaniglia
50g Sciroppo di Menta

Per completare:
Guarnizione al cioccolato per gelati ( io ho usato Mytoop Toschi )
oppure se avete voglia di accendere i fornelli  del  cioccolato fondente semplicemente sciolto a bagnomaria

 

 Procedimento:

In un pentolino scaldiamo senza far bollire 100ml di  panna, il latte e la stecca di vaniglia,a questo punto togliere  la stecca aggiungere lo zucchero , ed infine i fogli di gelatina ben strizzati  (che in precedenza abbiamo messo ad ammollare in acqua fredda per una decina di minuti)  e mescolare fino a completo scioglimento. togliere dal fuoco aggiungere la restante panna, lo sciroppo di menta e mescolare, versare il composto ottenuto nelle formine a nostra disposizione  far freddare del tutto e poi riporre in frigo per almeno 6 ore. Al momento di servire sformare la nostra panna cotta dallo stampo e completare con il nostro topping al cioccolato. 

 

 Per questa ricetta ho utilizzato: Stampo multiporzione St Honorè PAVONIDEA per 6

Vado a sedermi un pò sul balcone  speriamo tiri un pò di vento…a presto.

 

 
Senza categoria

Pavlova ai Mirtilli e Arancia Candita

Un dolce speciale per una giornata speciale auguri a tutte le mamme !!!
 
 
 

 

 
 
 
Ingredienti:
 
3 Albumi
90g mandorle tostate e tritate
200g Zucchero
1 cucchiaino di Fecola di patate
1 Cucchiaino di Aceto di mele
3 dl panna fresca
Scorza d’arancia candita
250g Mirtilli
sale
 
 Procedimento:
 
Preparate la meringa, montate gli albumi con la frusta elettrica con un pizzico di sale, quando il composto risulterà spumoso aggiungete lo zucchero un cucchiaio alla volta e montate fino ad ottenere un composto lucido e sodo. A questo punto unite a mano la fecola, l’aceto di mele e le mandorle tritate, mescolate delicatamente con una spatola facendo attenzione a non smontare il composto. trasferite la meringa su una teglia coperta da carta forno cuocetela in forno ventilato a 100° per 2 ore circa. 
Lavate i mirtilli e metteteli in una ciotola con le scorza d’arancia sciroppate e il loro succo mescolate e lasciate insaporire.
Trascorse le 2 ore togliete la meringa dal forno e fatela raffreddare, montate la panna, distribuitela sulla meringa, decorate con i mirtilli e la scorza d’arancia e servite. 
 
Per questa ricetta ho utilizzato Filetti di scorze di Arancia  Toschi 
 
 
 
Senza categoria

Madeleines Fave e Salame

La bella stagione è arrivata e con essa la voglia di stare fuori di trascorrere le serate all’aperto  con gli amici partendo magari da uno stuzzicante aperitivo, un bel vino ghiacciato e golosi bocconi da addentare tra una risata e l’altra…il bel tempo mette di buon umore non c’è niente da fare .

 

 
Madeleines Fave e Salame 
 
Ingredienti 
 
120g Farina 00
100g Burro
2Uova
40g Parmigiano grattugiato ( se amate i sapori forti sostituite con del buon pecorino)
1 Bustina Zafferano
Salame
Fave fresche
Sale e Pepe
 
 
 
 
 Procedimento:
 
Mettete a fondere il burro in un pentolino a fiamma dolcissima , in una terrina mettete le uova e sbattetele aggiungendo piano piano il burro fuso, la farina setacciata, la bustina di zafferano il formaggio, il salame tagliato a tocchetti e le fave fresche sgusciate ( le più tenere ). mescolate bene  e mettete l’impasto in frigo a riposare per molte ore anche per una notte intera .
Questo passaggio  è molto importante , il composto deve essere tirato fuori dal frigo solo nel momento in cui va versato nello stampo e messo subito in forno, lo choc termico infatti permetterà il formarsi della famosa gobba che caratterizza le madeleines.
Tirate l’impasto fuori dal frigo versatelo nello stampo per madeleine un cucchiaio alla volta ( riempiamo ogni formina per 2/3 circa) mettete in forno caldo a 200° per 5 minuti poi abbassate a 180° per altri 15 fino a cottura ultimata, fate raffreddare e poi addentate 😉
 
 
 
 
 
 Per questa ricetta ho utilizzato:
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

CONSIGLIA Torta di mais